Benvenuta all'interno del tuo manuale!

Come LAVORARE VIAGGIANDO

Viaggi tanto per lavoro? I miei consigli di vita vissuta…on the road!!!

Viaggio tanto per lavoro, anche adesso che vi scrivo sono in treno tra il Piemonte e la Lombardia!
Ho iniziato a lavorare a 20 anni e da subito tra macchina, treno e aereo sono sempre stata tante tante ore in giro!
Nei primi anni ho fatto un sacco di errori ma questo mi è servito per apprendere alcuni accorgimenti che possono davvero fare la differenza e che voglio condividere con te!

Oggi, 15 anni dopo, ho elaborato alcune strategie per fare la valigia in modo impeccabile, rimanere in salute nonostante raramente abbia la possibilità di mangiare a casa e rimanere concentrata sul mio lavoro anche nelle ore di viaggio!

SCEGLI UN COLORE NEUTRO COME BASE E CREAGLI INTORNO I TUOI OUTFIT
Oltre a essere una coach e formatrice sono una consulente d’immagine e questo mi aiuta tantissimo quando devo decidere cosa portarmi in valigia per una trasferta di magari 10 giorni! Scelgo due colori tra quelli che so essermi amiciuno neutro e uno più vistoso. I due colori che scelgo sono alla base di tutti gli abbinamenti che mi porterò. Ti faccio un esempio: per questi 10 giorni che sarò in giro tra Lombardia e Liguria ho scelto il blu come colore base e il magenta come colore più acceso. I miei pantaloni sono blu o jeans e per la parte alta alterno colori come il magenta, il bianco o il rosso. Gioco tantissimo con gli accessori che non mancano mai: dai gioielli ai foulard, tutto ciò che occupa poco spazio ma che può permettermi di dare un tocco sempre nuovo ai miei capi!

CREA UNA CHECKLIST DA USARE QUANDO PREPARI IL BAGAGLIO!
Non ricordo neanche più a quando risale la mia prima checklist, la uso davvero sempre e ne sono quasi dipendente.
Alcune piccolezze possono variare da destinazione a destinazione ma ci sono cose che non mancano mai nella mia valigia, come un paio di scarpe da tennis o il costume e le infradito che uso all’occorrenza negli alberghi con la piscina!
Per i viaggi in aereo vi consiglio di portarvi nel bagaglio a mano un paio di cambi nel caso vi dovessero perdere la valigia…a me è successo, l’estate in cui ho finito il liceo, sono arrivata in Florida e la valigia era rimasta in Europa…da allora ho sempre con me un paio di abiti di scorta!!!

PIANIFICA I TUOI PASTI
Viaggiando molto per lavoro non c’è nulla di più facile che prendere qualche chilo senza neanche accorgertene. Mangiare fuori è la normalità e, se da un lato è piacevole, dall’altro rischi di perdere il controllo sui tuoi obiettivi di salute. Porto sempre con me un frutto come una banana, che mi evita di comprare spuntini/spazzatura in giro e, se sono in una nuova città e non conosco i ristoranti della zona, cerco sempre di informarmi prima su cosa c’è di buono e sano vicino a dove dormirò o a dove terrò un corso o una consulenza.

MASSIMIZZA AL MASSIMO IL TEMPO CHE TRASCORRI IN VIAGGIO
Se viaggi per lavoro ti sarà sicuramente capitato di trascorrere 2 o 3 ore in aeroporto o su un treno. Pianifica in anticipo come desideri usare questo tempo. Io, ad esempio, uso questo tempo per rispondere alle mail o fare le telefonate che di solito rimando. Se non posso lavorare al computer metto le cuffie e ascolto un podcast o un corso o la mia musica preferita che mi aiuta a centrarmi e rilassarmi. Tra quelli per piacere e quelli per lavoro leggo, o rileggo, circa un libro a settimana, quindi sfrutto tantissimo il tempo che trascorro in viaggio proprio per immergermi nella lettura.

PRENDITI CURA DELLA TUA IDRATAZIONE E DELLA TUA CIRCOLAZIONE
Infine mi prendo cura di me, soprattutto nei voli in aereo o nelle lunghe tratte in treno è importante prendere questi accorgimenti. Prima di salire su un aereo mi lavo sempre la faccia e la nutro con una crema idratante. Durante il volo cerco di bere molto, la quantità che mi è stata consigliata è di una bottiglietta ogni ora. Stare seduti per molte ore crea problemi alla circolazione quindi approfitto di ogni momento disponibile per fare movimento: quando il segnale delle cinture allacciate si spegne faccio qualche passo lungo i corridoi dell’aereo o se sono in treno approfitto dei cambi per fare un giro nella stazione e curiosare nei vari negozietti!

I miei consigli per viaggiare senza stress

Sono in viaggio di continuo e so bene come può diventare stressante, ma ho imparato a rendere questa parte centrale della mia vita un vero e proprio momento di gioia e piacere, semplificando tutto il più possibile!

Il trucco è molto semplice: meno cose hai di cui preoccuparti e migliore sarà il tuo viaggio.

Quando ti parlo di meno cose intendo anche meno cianfrusaglie nella mia valigia e pochi impegni, davvero importanti nella mia agenda!

Ho deciso di scrivere questo articolo per condividere con te i trucchi e i piccoli accorgimenti che ho imparato vivendo on the road!

La prima cosa che devi fare è identificare la fonte di stress.
Pensa a quali sono le cose che ti provocano più ansia e stress quando anche solo pensi di dover intraprendere un nuovo viaggio. Hai pausa di perdere il volo perché non hai sentito la sveglia e non ti sei alzata? Temi di non aver scelto gli accessori o le scarpe più comode o adatte all’occasione che ti troverai a vivere? Pensaci e scrivile tutte. Questo è un trucco che uso spesso nelle sessioni di coaching, vedere le proprie paure e timori riportati su un pezzo di carta ci aiuta a capirne il reale peso. Spesso quello che nella nostra testa e nella nostra pancia sembra una minaccia tremenda, in realtà, quando la mettiamo in prospettiva, riprende le sue vere “dimensioni” e diventa più facile da gestire.

Quando pianifichi il tuo itinerario fai in modo che sia il più semplice possibile.
Se anche tu fai parte di quella schiera di persone che quando vanno in vacanza hanno l’ossessione di dover vedere e fare tutto quello che la città offre prendi in seria considerazione l’idea di passare dalla quantità alla qualità. Quando viaggi impara a godere di ogni attimo che trascorri in una nuova città, osserva le persone che la vivono, apprezza quello che stai facendo nel qui e ora e smetti di rincorrere un programma che ti obbliga solotanto a pensare alla meta successiva. Goditi il viaggio e smetti di rincorrere la destinazione.

Ti consiglio di darti dei blocchi di tempo per fare solo le cose che davvero ti appassionano e ti interessano e non tutto quello che secondo la guida di turno dovresti vedere.

Fai in modo che all’interno della tua valigia ci sia solo quello che davvero ti serve.
Hai presente quando fai una settimana di mare e decidi di portare 5 paia di scarpe  poi finisce che indossi per tutta la vacanza solo le infradito? Ecco, una valigia con l’essenziale ti serve ad evitare proprio queste situazioni!

  • Viaggiando molto ho imparato un trucco, fai la valigia pensando di stare via solo la metà dei giorni che realmente farai. Se hai in programma di andare via una settimana fai la valigia come se stessi via solo 4 giorni. Se proprio dovessi trovarti nella condizione di dover lavare qualcosa puoi lavarli a mano o appoggiarti a una lavanderia locale.
  • Crea una capsule wardrobe da viaggio: se non conosci la capsule wardrobe ti invito a leggere il mio workbook “Indossa il tuo obiettivo” c’è un intero capitolo dedicato solo a questo argomento. Scegli  solo colori che si abbinano tra di loro e capi che metterai veramente, che già indossi tutti i giorni!
  • Posta solo capi che puoi trasportare in modo comodo. In questo modo risparmierai tempo, soldi ed energie mentali. Non cercare di riempire completamente la valigia e non infilare cose che sai che non ti serviranno in ogni spazio vuoto. Pensa solo a viaggiare leggere!

Considera anche che, a meno che tu non stia per prendere un volo per uno dei posti più remoti della terra, qualsiasi cosa dovesse mancarti, potrai sempre acquistarla sul posto!  Ma tranquilla, scoprirai, così come è successo a me, che ti servirà molto meno di quello che pensi!

Vivi come un abitante del luogo.
Chi mi conosce sabene quanto io sia un’ Airbnb addict! Tutte le città in cui, negli ultimi anni, mi sono trovata a viaggiare, la mia prima scelta è sempre stata l’affitto di un appartamento. Mi sono sempre trovata benissimo e, per una nomade come me, è perfetto per approfittare ogni tanto delle comodità di una vera casa!

Quando ne hai la possibilità aggiungi giorni al tuo viaggio!
Non sempre è possibile, ma se puoi fermati un giorno in più e vivi alla giornata. Non fare piani e goditi quello che la vita ti offre in quel luogo, in quel momento.  Tornerai a casa molto più rilassato e sarai sorpresa della semplicità con cui la tua giornata si svolgerà.

Conosci persone nuove, fai amicizia con gli abitanti della zona.
Mi capita spesso di scoprire luoghi e locali che altrimenti non avrei visitato proprio grazie al fatto che, magari, sono i preferiti della persona che ho incrociato al bar e con cui mi sono fermata a fare due chiacchiere. Approfitta della possibilità di visitare quel luogo con gli occhi di chi lo conosce veramente. Questo approccio mi ha spesso fatto risparmiare anche un sacco di soldi, i luoghi in cui mangiare con il miglior rapporto qualità/presso sono, di solito, la prima cosa che ti consigliano!

Usa i trasporti pubblici.
Da quando, anni fa mi sono trasferita a Milano, ho detto addio alla macchina, impensabile, per me, vivere in una grande città e usarla per spostarmi. Stesso problema l’avevo riscontrato a Londra e NY. Oggi mi muovo coi treni, metro, aerei o, al massimo, approfitto del car sharing . Se visiti una nuova città questo è quello che ti consiglio, lascia a casa la macchina e muoviti coi trasporti pubblici a tua disposizione o camminando, a mio parere, il modo migliore per conoscere il luogo in cui sei!

Infine il consiglio più importante, prenditi cura di te!
È molto facile che in viaggio ti ritrovi con troppe cose da fare. La priorità devi sempre essere tu. Fai tutto il necessario per sentirti bene in ogni momento. Portati dietro dell’acqua e degli snacks quando vai in giro per la città e non perdere le buone abitudini che ti accompagnano a casa, fai in modo che la tua routine non cambi solo perché sei via! Quando ti senti bene con te stessa tutto diventa più facile!

Professionisti liberi “on the road”
qui i miei preferiti!

 

Viaggiare è sempre stata per me una priorità ed essere una libera professionista o, come amo definirmi, una professionista libera, mi dà la possibilità di farlo spesso.

Ecco una piccola lista dei 5 profili Instagram dei professionisti liberi “on the road” che più seguo: scoprire i viaggiatori e le loro esperienze, sono per me una fonte d’ispirazione inesauribile, soprattutto per la lista dei posti che voglio visitare!

Clicca qui per seguire: @samhorine

Professionisti liberi “on the road”: qui i miei preferiti!


Clicca qui per seguire: @budgettraveller

Professionisti liberi “on the road”: qui i miei preferiti!


Clicca qui per seguire: @perhapsyouneedalittleguatemala

Professionisti liberi “on the road”: qui i miei preferiti!


Clicca qui per seguire: @danielkordan

Professionisti liberi “on the road”: qui i miei preferiti!


Clicca qui per seguire: @chrisburkard

Professionisti liberi “on the road”: qui i miei preferiti!

Vuoi imparare anche tu come poter lavorare in viaggio?

Contattami compilando il form qui sotto o seguimi sui miei canali social (li trovi in alto a destra) e sarò felice di condividere con te i passi che sto compiendo io, gli errori che ho commesso in modo da non doverli affrontare anche tu e tutte le fonti di informazione, i tools e i blog importanti che devi assolutamente conoscere!!!

A prestissimo! Elisa