cervello

Il nostro cervello segue le istruzioni che gli dai, che gli hai dato o che altri gli hanno dato – dato di fatto #1!

tratto da http://it.ceraunavolta.wikia.com/wiki/Biancaneve_e_David

Mentre leggevi questo breve testo, il tuo cervello ha proiettato sul suo schermo inetriore, come un talentuoso registra, quello che leggevi sotto forma di immagini, ha usato le informazioni che riceveva come istruzioni per il nostro cinema personale. Alla luce di quello che hai appena fatto mi darai ragione quando ti dico che ci sono domande alle quali è davvero importante prestare attenzione se vogliamo che i nostri stati mentali siano positivi e funzionali alle nostre vite.

Ti riporto qui di seguito le domande di cui ti sto parlando:

  • Quali informazioni/indicazioni stai dando al tuo cervello?
  • Quali sono le decisioni che il tuo cervello prende in automatico perché ormai sono diventate di default?
  • Cosa ti hanno insegnato i tuoi genitori o le persone che ti hanno educato quando eri piccolo? Quali insegnamenti hanno dato al tuo cervello?
  • Questi insegnamenti sono utili, etici, in linea con chi sei, coi tuoi valori?
  • Questi insegnamenti ti aiutano, ti danno supporto, sono potenzianti?
  • Se hai o avrai dei figli passerai a loro questi insegnamenti?

Forse non te ne rendi conto ma la qualità della tua vita dipende dalle risposte che hai dato a queste domande: questi insegnamenti sono processati dal tuo cervello in continuazione. Quindi la qualità di questi insegnamenti influenza la qualità della tua vita. La cosa alla quale ti invito a prestare più attenzione nella tua giornata è la qualità degli insegnamenti, istruzioni e informazioni che dai al tuo cervello.

Quando dentro di te sta per partire il dialogo interiore cerca di fermarti e chiediti:

  • Quello che mi sto dicendo è qualcosa di sano o tossico?
  • Sono cose che direi a un amico che mi chiede consiglio?
  • Se penso a una persona che ammiro, credo che lui parli con se stesso in questo modo?
  • Queste istruzioni stanno migliorando la mia vita?

Il mio maestro spirituale Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama, ci invita a non permettere alle altre persone di buttare la loro “spazzatura”, i loro pernsieri negativi, nella nostra mente. Io ti invito, oggi, a non buttare la tua spazzatura nella tua mente. Se nutri il tuo cervello con informazioni negative, tossiche, tutto quello che otterrai sarà una vita negativa e tossica, perché è quella la direzione che ti stai dando. Immagina il tuo cervello come se fosse in viaggio e la meta gliela stai indicando tu con il tuo dialogo interiore, con le informazioni che ti stai dando. In che direzione sta andando il tuo cervello e quindi la tua vita?

Il cervello acquisisce le informazioni attraverso i tuoi sensi, e non solo i 5 più conosciuti, usa le parole, le immagini, i colori, i suoni, i toni, gli odori, i sapori, ma anche la temperatura, il senso di equilibrio, ect….e usa queste informazioni per condurti nel tuo futuro. Qualsiasi cosa dici per lui è un’istruzione ad andare in quella direzione. E tu, dove stai andando?

Dipende! Dipende dai tuoi insegnamenti, quelli ricevuti e quelli che ancora oggi ti stai dando, dipende dalle istruzioni, dai tuoi pensieri, dai ricordi, da ciò che immagini potrebbe essere, da come gli dici che deve interpretare una situazione che stai vivendo, sei ottimista? Pessimista? Realista?…e cos’è la realtà in fondo?

Un’altra cosa a cui devi fare attenzione è che il tuo cervello non dorme mai, anche di notte quando tu ti riposi lui è in attività, i nostri sogni sono il risultato dell’attività cerebrale che sta avvenendo. Ti invito quindi a prestare attenzione a cosa accade intorno a te mentre dormi, ti capita di addormentarti con la tv accesa? Durante quali programmi? Quali sono le informazioni che questi programmi stanno dando al tuo cervello? Come gli stai permettendo di educarti?

Ho creato uno spazio protetto e virtuale nel quale lavoriamo con le neuroscienze e il coaching per allenare la nostra felicità, se ti va di far parte della Happiness Academy ti invito a cliccare qui e unirti a noi! 🙂

A presto

Elisa

Lascia un commento